Evento conclusivo “Salute in casa e incidenti domestici”

Percorso informativo – formativo  “Salute in casa e prevenzione incidenti domestici”
Auditorium di Codroipo, 24 giugno 2014

Unire le forze per prevenire la strage degli incidenti domestici

             Prevenire gli incidenti domestici, stradali e sul lavoro, insieme alla pratica quotidiana di corretti stili di vita, sono “armi” fondamentali per invecchiare in salute e restare autosufficienti il più a lungo possibile. Di questo si è parlato il 24 giugno nell’auditorium di Codroipo, in occasione dell’evento conclusivo del progetto informativo- formativo “Salute in casa e prevenzione degli incidenti domestici”, con la consegna degli attestati ai trenta volontari e referenti AUSER FVG e l’emozionante testimonianza spettacolo “Metalmezzadri: quarant’anni di Nordest, tra lavoro, salute e passione” – Quasi Ocjo, a Codroipo con i coinvolgenti Bruzio Bisignano e Flavio Frigè.

             L’iniziativa è stata patrocinata, oltre che dal Comune ospitante, dall’ INAIL direzione regionale FVG, insieme ad ANTEAS FVG, ASSODIS CARD FVG, ANMIC – Associazione nazionale mutilati e invalidi civili e AMARE onlus, associazione malati reumatici FVG e come partner tecnici Gesteco S.p.A. e Prase engeneering.

            Gli incidenti domestici costituiscono una vera strage (numericamente sono più numerosi degli altri incidenti), in cifre la media è di 3.000.000 incidenti/anno, 1.700.000 gli accessi al pronto soccorso, 130.000 i ricoveri ospedalieri, 8.000 decessi (66% per cadute nei >65 a.) (dati SINIACA). Accanto alle morti vanno, poi, ricordate tutte le persone che restano limitate nella loro autonomia e nella loro qualità di vita. Per tali ragioni i Piani nazionale e regionale della prevenzione puntano sempre più sulla promozione di corretti stili di vita (corretta alimentazione, attività fisica, no al fumo e all’eccesso alcol) e sulla prevenzione degli incidenti in casa, in strada e sul lavoro. Lo hanno ricordato, a Codroipo, Clara Pinna , per l’area prevenzione e promozione salute della direzione centrale salute e Giorgio Brianti, direttore dipartimento di prevenzione ASS n.4 Medio Friuli. I due referenti del sistema sanitario regionale, hanno anche evidenziato come investire nella promozione della salute costituisca un notevole “guadagno”, sia a livello individuale che per l’intera comunità e per la sostenibilità stessa dei sistemi (morti e disabilità evitabili), senza dimenticare che l’autonomia delle persone ritarda anche la loro istituzionalizzazione nelle case di riposo.
A tal fine il progetto pilota (tre pomeriggi di approfondimenti interattivi) che, dopo solo 10 mesi, attua il protocollo regionale “Per l’invecchiamento attivo e le sinergie tra generazioni” costituisce una buona pratica realizzata grazie alle positive sinergie tra i sottoscrittori, Regione, Federsanità ANCI FVG, ANCI FVG e AUSER FVG. Per presentare le finalità e i primi risultati del progetto, dopo Clara Pinna e Giorgio Brianti, sono intervenuti il direttore del distretto sanitario di Codroipo, Gianfranco Napolitano, i presidenti di Federsanità Anci Fvg, Giuseppe Napoli, AUSER FVG, Gianfranco Pizzolitto e Consulta delle Associazioni dei Disabili, Vincenzo Zoccano, il sindaco di Codroipo, Fabio Marchetti e il presidente dell’Asp Moro, Thierry Snaidero. Presenti in sala, tra gli altri, il consigliere regionale Vittorino Boem, e il direttore regionale di INAIL, Fabio Lo Faro, il direttore del Cefap di Codroipo, Massimo Marino, il sindaco di Lestizza,
Geremia Gomboso, amministratori locali e rappresentanti della polizia municipale, vigili del fuoco e volontari, nonchè i componenti del comitato scientifico del progetto.
Nel Medio Friuli il progetto regionale è stato attuato con la fattiva collaborazione di ASS n.4 Medio Friuli, Dipartimento di Prevenzione, Distretto e Ambito sociosanitario di Codroipo, AUSER FVG, Consulta regionale delle Associazioni dei Disabili, CRIBA FVG, ad ANTEAS FVG e ai Comuni di Codroipo e Camino al Tagliamento.

            Dopo la consegna degli attestati ai trenta attivi volontari AUSER FVG che ora potranno diffondere i temi della promozione della salute in casa e sensibilizzare amici e parenti ai numerosi rischi spesso sottovalutati (accessibilità e sicurezza all’esterno e interno della casa), grande emozione ha suscitato la testimonianza spettacolo che ha visto alternarsi sul palco Bruzio Bisignano, lavoratore siderurgico e formatore (Gesteco S.p.A.) e Fabio Frigè, carpentiere e socio ANMIL (Associazione nazionale fra mutilati e invalidi sul lavoro) del Friuli Venezia Giulia. I due coinvolgenti interpreti delle loro forti esperienze di vita, hanno fatto riflettere, anche con ironia, sulle possibilità che tutti noi abbiamo per dare, responsabilmente, il nostro contributo per ridurre (meglio sarebbe azzerare) le morti e gli incidenti evitabili, innanzitutto “usando la testa”, a tutte le età, senza adagiarsi sulle abitudini (si è sempre fatto così), ma valutando con grande attenzione tutte le nostre azioni.

“A livello istituzionale e sociale- ha auspicato Bisignano – è fondamentale unire le forze e fare squadra, coordinando i diversi soggetti che, a vari livelli (sistema sanitario, INAIL, mondo dell’impresa, scuola, lavoro, istituzioni, università, ordini e collegi professionali, volontariato, sindacati, etc.), lavorano per promuovere concretamente la cultura della sicurezza tramite iniziative efficaci come questa realizzata nel Medio Friuli”.

A nome dei promotori del “progetto di comunità” i presidenti di Federsanità ANCI FVG, Giuseppe Napoli e AUSER FVG, Gianfranco Pizzolitto, hanno anticipato che i risultati del progetto verranno illustrati anche al tavolo regionale prevenzione incidenti domestici, coordinato da Valentino Patussi, da cui è partito (settembre 2013) e potrà essere trasferito anche in altre realtà regionali. Il metodo sperimentato è quello di attivare la rete ormai consolidata tra Aziende sanitarie, Distretti, Ambiti sociosanitari, Comuni, Consulta delle Associazioni dei disabili, CRIBA – Centro regionale di informazione sulle barriere architettoniche FVG e tutte le associazioni rappresentative del territorio.

A conclusione del pomeriggio è stato inaugurato il nuovo mezzo dell’Auser Medio Friuli per trasportare persone diversamente abili e anziane.

prev inc domestici 24 giu codroipo(2) 24 giu 14 prev inc domestici relatori

Rapporto di attività 2006-2014 – “Percorsi di Salute, Equità e Benessere”
federsanita ANCI FVG 2006 2014 PERCORSI